Condividi
Facebook
Twitter

É emerso solo recentemente nel Regno Unito: le varie bande tengono un “tabellone” con i punteggi delle uccisioni, delle aggressioni e delle scorribande.

Vari video pubblicati sui social media descrivono come funziona il sistema a punteggio. Per le gang sembra un grande gioco cui tutti partecipano. I fatti fanno emergere una sorta di legge sottaciuta, conosciuta da chi fa parte di quel mondo. Il tutto è emerso con alcuni video pubblicati su YouTube in cui alcuni ragazzi si vantano dei loro crimini e descrivono come funziona il punteggio. Gli operatori dei centri giovanili e i genitori delle vittime hanno detto a Sky News Uk che il gioco sta costando la vita a parecchi ragazzi. Ci sono richieste che i video di gang, che inneggiano alla violenza, vengano rimossi più velocemente da piattaforme come YouTube e Instagram.

Rhyhiem Barton, 17 anni, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco, a Maggio dell’anno scorso, a sud di Londra. Prima del suo omicidio, Rhyhiem parlava del “quadro di valutazione” in un video di esercitazione che ha avuto oltre 300.000 visualizzazioni. Il suo mentore, Holmes-Lewis, ha detto in un’intervista: “Esiste un quadro di valutazione letterale? Una classifica, un punteggio? Sì. Le gang tengono conto degli attacchi che ogni organizzazione sta portando avanti. Se colpisci la testa o il petto, ottieni un certo numero di punti. Ottieni punti diversi a seconda della gravità dell’atto violento. La realtà dei giovani sembra essere molto deformata quando si tratta di violenza, per loro è un gioco: uccidere qualcuno è divertente”.

Holmes-Lewis dirige un programma di mentoring per giovani provenienti da bande. Il centro si trova nel sud di Londra, dove Rhyhiem è stato ucciso. Holmes dice che nel giro di poche ore la banda rivale si è vantata dell’omicidio sui social media. Ha detto: “Ho visto diversi video in cui si vantavano della morte di Rhyhiem. Questi video non vengono eliminati abbastanza velocemente e dovrebbero essere sottoposti a screening prima di essere postati”.

Altre fonti hanno il tabellone della morte è una cosa che conoscono tutti, è un tabù di cui si deve incominciare a parlare.

Aristote Yenge, 23 anni, Kyreis Davies, 17 anni, Isaac Calver, 19 anni e Adebayo Amusa, 20 anni, hanno assassinato Tavis Spencer-Aitkens. È stato pugnalato 15 volte e colpito alla testa con una bottiglia di vetro. La gang ha realizzato un video in cui parlava di aver segnato 23 punti. Si pensava fosse un riferimento al giocatore di basket Michael Jordan, che indossava la maglia numero 23. Il loro video ha avuto più di 112.000 visualizzazioni.

YouTube ha affermato che sta collaborando con la polizia, il Ministero dell’Interno e le comunità per garantire interventi rapidi sui contenuti relativi alle gang. Ha sviluppato un servizio dedicato per la polizia, dove è possibile segnalare i video direttamente ai team di YouTube. Perché spesso c’è bisogno di un contesto specialistico per capire se un video è musicale o qualcosa di diverso. Qualcuno che possa “tradurre” i contenuti e segnalarli in anticipo.

Non sappiamo se in Italia ci siano fenomeni di questo tipo, ma questo è quanto. Occhi aperti.