Condividi

Ricercatori dell’Università dell’Illinois, finanziati dalla Nasa, stanno lavorando alla progettazione di un aereo elettrico che utilizza celle criogeniche di idrogeno liquido come carburante.

Le celle di idrogeno possono essere in grado di alimentare i treni o le turbine, ma non hanno la capacità di alimentare un motore a reazione senza appesantirlo perché occupano molto spazio.

Il team ha trovato così un modo per raffreddare criogenicamente le celle di idrogeno in modo che possano essere condensate in un liquido e utilizzate come combustibile.

Quando questo liquido viene miscelato con l’ossigeno nel motore, c’è una reazione potente, che si traduce in energia che può essere convertita in energia elettrica.

La tecnologia per alimentare un aereo che usa questo carburante non esiste al momento ed è qui che entra in gioco la NASA. Ha di fatti investito più di 6 milioni di dollari per questa tecnologia che potrebbe davvero rivoluzionare il settore dell’aviazione, da sempre criticato per non fare abbastanza per l’ambiente.

“Essenzialmente, il programma si concentra sullo sviluppo di una piattaforma di aeromobili completamente elettrica che utilizza l’idrogeno liquido criogenico come metodo di immagazzinamento dell’energia. Siamo sicuri di poter creare il primo aereo elettrico del futuro.” si legge in un comunicato stampa del team dei ricercatori.