Condividi
Facebook
Twitter

Hai una macchina da vendere o un libero professionista da pagare? Charley Moore pensa che potresti presto usare una blockchain per farlo.

Moore è il CEO di Rocket Lawyer, una società di servizi legali online. Ma parlando alla conferenza Business of Blockchain, del MIT Technology Review, Moore ha detto che l’azienda vuole fare qualcosa per rivoluzionare i complessi sistemi di pagamento, quando le persone stipulano accordi legali.

Automatizzare la creazione di contratti e permettere alle persone di esaminarli e persino di firmarli elettronicamente sono cose relativamente semplici. Ma quello che oggi nessuno fa veramente è pagare in modo automatico.

Moore vuole incorporare contratti intelligenti che funzionano sulla blockchain di Ethereum.

Il nuovo prodotto, chiamato Rocket Wallet, utilizza una criptovaluta “stablecoin” che può essere utilizzata per trasferire fondi tra le parti, una volta che un contratto è stato soddisfatto.

Ad esempio, Moore ha utilizzato lo scenario di due persone, Karen e Mike, che stipulano un accordo sulla vendita di un’auto. Utilizzando l’avvocato della Rocket, Karen, l’acquirente, può stipulare un contratto che dice che pagherà la metà del prezzo dell’auto immediatamente, e la metà dopo un periodo di attesa di 15 giorni per assicurarsi che l’auto funzioni come previsto.

La somma di denaro viene quindi convertita in moneta virtuale. La metà di questi viene trasferita a Mike immediatamente e l’altra metà viene rilasciata automaticamente una volta soddisfatti i termini del contratto.

Moore ha effettuato dei beta test con circa 100 utenti. La presentazione completa è prevista per fine Luglio. Se funziona sarà un primo passo importante.

Nonostante tanta pubblicità, nessuno ha ancora integrato la criptovaluta in un’applicazione mainstream, rivolta al consumatore.

Usando uno stablecoin, che può essere ancorato alla moneta legale, Moore e Rocket Lawyer ritengono di aver trovato un modo per poter mettere d’accordo tutti.