Condividi

Si chiama machine learning specialist ed è una delle professioni più ricercate da quando il machine learning e l’intelligenza artificiale sono entrati nelle nostre vite. É un mix di statistica e informatica, ma non ci sono corsi o università che possano preparare a questo lavoro.

Cosa fare? Essere autodidatti, intraprendenti e tenaci. Meglio se anche curiosi.

Le nuove professioni digitali sono i mestieri del futuro, ma forse solo una sarà davvero longeva. Gli algoritmi di intelligenza artificiale potrebbero presto mandare a casa tanti professionisti.

Così nascono le nuove specializzazioni, come il data analyst, big data architect e appunto il machine learning specialist.

Oggi è una delle quattro professionalità più ricercate e tra le quattro posizioni meglio pagate nelle società di software.

Qual è il suo compito?

Sviluppare algoritmi di apprendimento automatico in grado di migliorare continuamente, da soli, senza l’intervento umano. Infatti il machine learning è una branca dell’intelligenza artificiale incentrata sullo sviluppo di algoritmi che possono “imparare” da soli, adattandosi ai dati e facendo previsioni.

Oggi tutti sono alla rincorsa di professionisti in grado di portare l’intelligenza artificiale nella proprie aziende. Le società hanno capito che il potenziale di questi nuovi strumenti è davvero immenso. Serve così qualcuno, uno specialista, in grado di gestire gli enormi archivi di dati e renderli profittevoli.

A differenza di altre professionalità, non è di interesse soltanto per gli esperti, ma è un campo dove si possono spendere sia matematici, che statistici, che programmatori.

Ma come si diventa machine learning specialist?

Sfortunatamente, mentre le aziende e i liberi professionisti devono continuamente aggiornarsi, il tasso di aggiornamento dei corsi di studio universitari stenta a tenere il passo con l’evoluzione delle tecnologie e soprattutto della società.

L’aggiornamento continuo oggi è ancora più importante data la velocità con cui le professioni cambiano, spariscono o si creano. La figura del machine learning specialist non sfugge alla necessità del “lifelong learning”, ovvero di un aggiornamento costante delle proprie competenze lungo tutto l’arco della propria carriera professionale.

Dove è più facile trovare lavoro?

Naturalmente negli Stati Uniti, che in fatto a ricerca detengono la maggior parte dei brevetti di intelligenza artificiale. Poi ci sono paesi come India e Cina.

Come avete capito non è un lavoro facile, le competenze da acquisire sono tante, ma in cambio le prospettive sono davvero tante.