Condividi
Facebook
Twitter

Che si tratti di un’insalata, un hamburger o della nostra colazione al mattino, il nostro pasto ha un impatto sull’ambiente e sul benessere degli animali, su quello degli agricoltori e sulla salute. Quello che mangiamo, da dove viene, e come è stato prodotto contribuisce al nostro FoodPrint: un’impronta di carbonio, ma per il cibo.

La nostra “impronta di cibo” è il risultato del percorso che fa il nostro cibo dalla fattoria al piatto.

La produzione alimentare industriale – compresi prodotti di origine animale come carne di manzo, maiale, pollo e uova e anche colture – ha un enorme impatto sul nostro suolo, l’aria e l’acqua, così come sui lavoratori e sulle comunità circostanti.

Per questo l’organizzazione No Profit Grace Communications ha ideato il sito “FoodPrint” in cui si può calcolare l’impronta di quello che mangiamo attraverso un test. Al suo interno ci sono molti consigli utili per ridurre la nostra impronta del cibo,  cambiando le nostre abitudini alimentari; nonchè il Water Footprint Calculator che ci dice quanta acqua consumiamo al giorno.

Provateci, rimarrete sorpresi.