Condividi
Facebook
Twitter

Siamo abituati a vedere camion, furgoni e corrieri correre per le strade carichi di merce. Ultimamente si sono aggiunti i cosiddetti rider, ragazzi in bici utili soprattutto per le consegne piccole e veloci.

Il problema delle consegne e dell’ultimo miglio in particolare, è attuale e attende urgentemente una soluzione. Da una parte c’è sempre più bisogno di consegne veloci e precise, dall’altra ci sono persone in cerca di lavoro. Poi non possiamo dimenticarci dei produttori, una infinità di attori che vuole abbassare il prezzo delle consegne e delle giacenze. Conseguenza anche di prezzi che scendono sempre più e di consumatori con sempre risorse.

Ma è qui che le nuove tecnologie stanno trovando mercato.

L’azienda tedesca AG, insieme a ANYbotics, sta lavorando per il futuro della mobilità urbana.

Ha concepito dei veicoli autonomi, dei robo-taxi, che potranno trasportare dei robot canini in grado di portare i pacchi direttamente davanti alla porta di casa. Questi taxi autonomi sono chiamati “pods”.

Invece i cani robot potranno attraversare strade, salire scalini, prendere ascensori, ecc. Tutto in maniera autonoma. Si muoveranno grazie a particolari camere e ai lidar, inoltre mapperanno l’area con laser ad impulsi.

Ma c’è di più. In Arizona già sono in servizio i pods autonomi, che attualmente stanno consegnando frutta e verdura. L’unica differenza è che i consumatori devono scendere in strada e prendere la merce.

Proprio a questo serviranno i robo-dog. I robot grandi come dei cani, riusciranno a consegnare la merce davanti la porta di casa.

D’altronde gli acquisti online stanno continuando ad aumentare, ma crescono anche i costi per le consegne. Le aziende sanno che se vogliono attirare vecchi e nuovi clienti, devono garantire consegne veloci e precise.